Kcard

Porto Cesareo

Percorrendo la costa jonica, si può ammirare il mare cristallino di Porto Cesareo. Sulla costa orientale del Golfo di Taranto, è conosciuta per le sue spiagge di sabbia bianchissima che le donano un aspetto quasi tropicale.

Nella cittadina il mare è protagonista assoluto, la costa bassa con lunghe distese di dune sabbiose che si susseguono ininterrotte per 17 chilometri: da Porto Cesareo fino a Punta Prosciutto passando per Torre Lapillo, un’unica grande lingua di sabbia tra lidi attrezzati e spiagge libere, con un arcipelago di isolotti, spesso riflesso in un mare calmissimo, cristallino e incontaminato, che si affacciano sul centro abitato.

Un’insenatura interna, rivolta ad ovest verso il mare aperto, si racchiude su se stessa proprio a formare un piccolo golfo dove si può arrivare con una barca, passare tutta la giornata e perché no, fare anche il bagno. Portus Sasinae era il nome dell’antico porto. Distrutta ed abbandonata a causa delle frequenti incursioni saracene, fu ricostruita e a difesa del paese, fu edificata la torre, che oggi ospita la Guardi di Finanza. 

Il centro della cittadina è invece un insieme di piccole case di pescatori, che spesso sistemano le reti davanti casa prima di uscire a pesca, attività principale in questa piccola terra marinara, dove pescherie fornitissime rendono possibile l’acquisto di pesce freschissimo da abbinare a piatti gustosi, tipici della cucina salentina.

Chi conosce bene le coste del Salento riconosce a distanza di qualche chilometro l’una dall’altra, lungo il profilo costiero che volge al mare, le diverse e antiche torri di avvistamento, volute per fronteggiare le eventuali invasioni di turchi, pirati e stranieri. A Porto Cesareo il sistema di torri più vicino è costituito dalla Torre Cesarea direttamente in città, ma anche dalle vicine Torre Chianca, Torre Squillace e Torre Lapillo.

Il più conosciuto di questi isolotti è l'Isola Grande, detta anche 'Isola dei Conigli', nome che si è affermato rapidamente alcuni decenni fa, quando negli Anni Cinquanta fu avviato, e successivamente abbandonato, un allevamento di conigli allo stato selvatico. Oggi l’isola è diventata un parco naturalistico di straordinario interesse biologico grazie alla presenza di 200 specie vegetali differenti. Ad esempio, su uno scoglio denominato “Su Mujusu” a causa del suo fondale marino fangoso dove sorge (dialettalmente il fango è detto 'moja'), è stata riscontrata la presenza di un tipo di iris definito 'revoluta nova specie', dal fiore viola scuro e dal profumo pungente.

 L’Isola dei conigli si può raggiungere tramite apposito servizio in barca o, se il tempo lo consente, anche direttamente a mollo via mare, con un po’ di nuoto. L’isola non è deserta ma, soprattutto se ci andate in agosto può essere un alternativa alla calca che affolla le spiagge cittadine.

Porto Cesareo, in definitiva, è una delle stelle della costa jonica, in cui poter ritrovare atmosfere caraibiche con un mare tanto cristallino quanto basso per decine e decine di metri. Perché quindi andare ai Caraibi, quando lo stesso tipo di mare, di spiaggia e di servizi è già qui in Italia?

L’area attorno al mare di Porto Cesareo è un bellissimo esempio di macchia mediterranea a ginepro i cui esemplari arborei sono stati definiti dagli esperti tra i più belli d'Italia ed inseriti negli habitat prioritari da salvaguardare direttamente dall’Unione Europea, già quando ancora era CEE.

Proprio perché la grande ricchezza naturalistica e di conseguenza economica di Porto Cesareo è rappresentata dal suo mare, per la sua tutela è stato istituito un Parco Marino Nazionale. Nell'area protetta, che è compresa tra Punta Prosciutto (limite di confine con la provincia di Taranto) e Torre Inserraglio, si trova anche la cosiddetta “prateria sommersa” di Fanerogame, una rarità biologica che merita di essere difesa e che offre ossigeno, rifugio e nutrimento a numerosi organismi marini. A questa verde prateria, sviluppata sulla sabbia, si contrappone l'esuberanza delle forme del coralligeno, che predilige i fondali rocciosi. È possibile fare immersioni nel Parco Marino dove ammirare stupendi e intatti fondali abitati da crostacei, molluschi, pesci variopinti e da affascinanti tartarughe.

In estate, Porto Cesareo si riempie di turisti che sono attratti dall'ottima organizzazione balneare, dai numerosi villaggi turistiche lidi nei dintorni. L’area costiera è ricchissima di hotel e di strutture ricettive, con grandi parcheggi custoditi ad accogliere le auto di migliaia di bagnanti che ogni anno si riversano sulle sue spiagge. Non mancano alcuni tratti di spiaggia libera, che nei mesi estivi si riempiono facilmente dalle prime ore del giorno.

Il paese è inoltre sede di un centro di ecologia marina che controlla lo sfruttamento delle risorse ittiche e di un importante museo di biologia marina dove si ammirano specie rare di pesci. E a proposito di pesci, Porto Cesareo è famosa anche per le squisite triglie che si pescano solo nel suo mare, dove cresce un tipo particolare di alga di cui esse si nutrono e che conferisce un gusto ancora più saporito a questa specie. 

Famosa è anche la vicenda della statua della prosperità dedicata a Manuela Arcuri, che reca l’epigrafe “l mare di Porto Cesareo a Manuela Arcuri simbolo di bellezza e prosperità”. È stata collocata sul lungomare nel 2002 e realizzata dall’artigiano Salvatino De Matteis. Il suo rapporto di amore e odio con i locali l’ha vista in un primo momento rimossa nel 2010 per poi tornare al suo posto l’anno seguente.


Il portale KCARD consiglia una passeggiata sul Lungomare;

una visita naturalistica alla Palude del Conte e alla Stazione di Biologia Marina;

fare il bagno a Punta Prosciutto; vedere le Torri di Avvistamento;

partecipare alla Festa di Santa Cesaria Vergine e al Palio di Porto Cesareo.


KCARD non è una semplice tessera ma la chiave del Salento per dormire, mangiare, divertirsi e dedicarsi al proprio benessere con l’App. geolocalizzata contenente le informazioni su dove andare Scarica l’App. .

Minor tempo nella ricerca dei bisogni
Sconti da un minimo del 16% in tutte le strutture del network
PACCHETTI PROMOZIONALI ESCLUSIVI PER I TURISTI KCARD
TOUR TEMATICI DEL SALENTO
APP. CARD SCARICABILE CON GEOLOCALIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DEL NETWORK
CONOSCENZA DELLE REALTÀ LOCALI
BLOG
Animazione e condivisione Social

KCARD sarà attiva presso il network di strutture ed esercenti aderenti al progetto, attento a soddisfare i 4 momenti di una piacevole vacanza:

DORMO

MANGIO

MI DIVERTO

PRODOTTI/SERVIZI

Un network ampio e composto da tante realtà: alberghi, hotel, agriturismi, campeggi, b&b, case vacanza, ristoranti, cascine e trattorie, pizza-taxi, bar, centri balneari, discoteche, locali, noleggio barche e scooter d’acqua, noleggio auto, bici, scooter, pulmino, gite ed escursioni, negozi di varie categorie merceologiche (dall’abbigliamento ai souvenir), centri sportivi, spa e centri benessere, parrucchiere ed estetiste, tatuaggi, intrattenimento da spiaggia e animazione, taxi, spesa a casa, stanze informatizzate, lavanderie, ludoteche, baby-sitter (mini-club), dog-sitting.

 

KCARD è nominale e abbinabile solo ad una persona, che potrà utilizzarla per un massimo di 4 persone.

Ritira la KCARD omaggio presso gli hotel e le strutture di soggiorno che hanno aderito all’offerta.

Acquista KCARD online o presso i rivenditori disponibili.